I piatti di Francesco Piparo e ottimi vini: buona la prima del "Baglio Bonsignore Emotion"

Postato in Scenari  -  07 Giugno 2018

Buona la prima per Baglio Bonsignore Emotion, il wine tour ideato dalla coppia di produttori Luigi e Debora Bonsignore, per far conoscere ai winelover le loro prime etichette, nati in contrada Giddio, a Naro, in provincia di Agrigento, con la consulenza dell’enologo Tonino Guzzo.

La prima tappa, a Palermo, si è tenuta alle Terrazze della Rinascente, con la collaborazione dello chef Francesco Piparo che, innamorandosi dei due nuovi vini siciliani, il Grillo in purezza, OI, e il blend di Nero d’Avola e Syrah, Cubburro, ha ideato un menù capace di esaltarne i profumi ed il gusto. Il percorso gastronomico è iniziato con un piatto in abbinamento al Grillo OI, shaboo-shaboo di tonno rosso in umami di olive. Tanta importanza alla materia prima, essenzialità e sobrietà di sapori ben bilanciati.


(Luigi e Debora Bonsignore)

A seguire, la pizzaiola di gambero e l’arancina liquida di lampara. Piatto, quest’ultimo, particolarmente azzeccato: un connubio di sapori di terra e mare, tenerumi e zucchine, frutti di mare e ricci, bilanciati in modo armonico, regalando al palato freschezza e sapidità. Un buon piatto esaltato ancor di più dal Grillo in purezza con le sue note agrumate e saline. Buono anche il secondo piatto: #baccalasfincione, in cui ritrovare una tradizione siciliana alleggerita e ricca di gusto, in abbinamento perfetto con il Cubburro 2016.

Per chiudere, un tripudio di colori e profumi: il giardino arabo, dessert che in un solo piatto ha racchiuso la tradizione del cannolo e la ricchezza siciliana dei frutti estivi, con pesche e albicocche, disposti su una profumatissima crema di mandarino. I due vini si sono dimostrati all’altezza delle aspettative, duttili, gastronomici, freschi, intriganti a tutto pasto e perfino come base per un cocktail, che lo chef ha ideato utilizzando la spiccata piacevolezza del Grillo OI.


(Francesco Piparo)

“Siamo felici di iniziare questo wine tour da Palermo – ha affermato Bonsignore -. Noi siamo nati da poco, credendo in un sogno che realizziamo ogni giorno. E ciò che desideriamo di più è riuscire a comunicare la nostra filosofia di produzione. Siamo piccoli e tali restiamo per fare qualità. Baglio Bonsignore Emotion è il nostro primo tour tra la gente e tra gli chef desiderosi di creare percorsi gourmet capaci di assecondare la nostra idea di Sicilia del vino e del cibo. Vogliamo andare incontro alle persone per farci conoscere e raccontarci, senza delegare, perché il vino è la persona che lo produce e dentro al calice ci sono una storia, fatta di passione, impegno, sacrifici e amore. Iniziare con lo chef Piparo è per noi una gioia, perché come pochi è capace di trattare la materia prima, il crudo di pesce in particolare, in chiave moderna e con molta attenzione alla sostenibilità e alla salute”.

Nel corso della serata, complice una Palermo dalla atmosfera magica e una vista mozzafiato sui tetti di alcuni monumenti storici della città, non sono mancati momenti di convivialità e di spensieratezza, con una piccola incursione teatrale, fuori programma, dell’attore Salvo Piparo, fratello dello chef, che ha intrattenuto i commensali con cunti, canti e aneddoti.

Share

E' un'iniziativa